Lo sport fa bene - S.S.D. Il Cerchio a r.l.

Lo sport fa bene

sport

sportTutti sappiamo come lo sport faccia bene al corpo e alla mente. Ad esempio, lo sport consente di sfogarsi, sia fisicamente sia mentalmente: muovendosi si allentano le tensioni muscolari, che sono spesso conseguenza delle tensioni che si vivono a livello mentale, e si libera la testa dai pensieri di ogni giorno (doveri scolastici, problemi in famiglia, litigi con gli amici, ecc.). Fare un’attività sportiva è anche motivo di soddisfazione: si fanno progressi, si apprendono cose nuove e tutto questo dà una sensazione di competenza, che è molto importante per acquisire sicurezza in sé.

Lo sport permette di comprendere l’importanza del rispetto delle regole e degli altri: ogni disciplina sportiva ha le sue “leggi”, rispettarle vuol dire accettare di condividere con gli altri un certo modo di agire e capire che quelle regole non sono costrizioni, ma sono un modo per entrare meglio in relazione con gli altri. Le regole sono anche quelle che caratterizzano l’andamento della lezione di sport: di solito c’è prima un riscaldamento e poi l’attività, c’è un momento per chiacchierare con i compagni e uno per stare in silenzio e ascoltare, c’è un tempo per muoversi e metterci tutta l’energia in ciò che si sta facendo e un tempo per recuperare fiato, e così via. Imparare a rispettare queste regole allora significa anche rispettare se stessi: così non ci si fa male fisicamente (ad esempio, senza riscaldamento o se non si ascoltano i consigli degli istruttori si rischia di fare movimenti scorretti e dannosi). Senza contare che le regole sono importanti per i bambini, perché li sostengono nella crescita: sono come dei paletti a cui appoggiarsi e su cui fare affidamento per non perdersi.

Fare sport aiuta, inoltre, a socializzare con gli altri, adulti e coetanei, in un contesto diverso da quello che si è soliti frequentare (come la scuola e la famiglia). Lo sport è perciò importante non soltanto per un sano sviluppo fisico, ma anche per quello psicologico (ad esempio è una “valvola di sfogo” delle tensioni e accresce la fiducia in sé) e sociale (permette l’incontro leale con gli altri e insegna il rispetto delle regole). Ha ripercussioni anche sulla capacità cognitiva, perché stimola la concentrazione e l’attenzione. Inoltre con lo sport il bambino impara a conoscere meglio se stesso e i propri limiti e, in modo giocoso, comprende che il miglioramento di sé e delle proprie abilità fisiche può avvenire solamente tramite la costanza dell’impegno: si impara a faticare per raggiungere certi obiettivi e a non mollare tutto subito alla prima difficoltà.

Lo sport ha perciò finalità educative a tutti gli effetti: praticare dello sport, se non è affrontato con l’aspettativa di dover diventare un campione a tutti i costi, aiuta a crescere in modo sano, sia fisicamente sia psicologicamente, consentendo al bambino di entrare sempre meglio in relazione con gli altri e anche con se stesso. Per tutti questi motivi studiare il rapporto dei bambini con lo sport può essere un tema importante all’interno della psicologia dell’educazione. Tuttavia, nella letteratura scientifica sono presenti molti studi relativi allo sport al livello agonistico (su soggetti grandi) oppure studi relativi all’educazione fisica all’interno della scuola. Può essere importante studiare cosa accade anche nelle attività sportive extrascolastiche. Lo psicologia può aiutare molto gli allenatori/istruttori nell’approccio con i bambini, perché la pratica sportiva sia realmente una pratica formativa della persona.

Riccardo Di Vito - Author

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione del sito o confermando tramite il tasto "Accetto" ne accetti l'utilizzo. Se vuoi saperne di più: Informazioni

INFORMATIVA SULL'USO DEI COOKIE

Questa informativa sull'utilizzo dei cookie è resa all'utente in attuazione del provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell'8 maggio 2014 "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie" e nel rispetto dell'art. 13 del Codice privacy (D.Lgs. n. 196/2003). Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per consentire la corretta navigazione e per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso con l’obiettivo del miglioramento continuo del servizio.. In questa pagina sono riportate informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati e su come gestirli.


Definizioni

I cookie sono brevi frammenti di testo (lettere e/o numeri) che permettono al server web di memorizzare sul client (il browser) informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone). Tecnologie similari, come, ad esempio, web beacon, GIF trasparenti e tutte le forme di storage locale introdotte con HTML5, sono utilizzabili per raccogliere informazioni sul comportamento dell'utente e sull'utilizzo dei servizi. Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".


Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie possiamo distinguere diverse categorie:


Durata dei cookie

I cookie utilizzati da questo sito terminano la propria validità al termine della sessione o dopo un tempo di inattività dell'utente fissato dal server.


Cookie tecnici di terze parti

Il sito si avvale del servizio Google Analytics che istanzia cookie tecnici di tipo analytics utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso. Tali informazioni sono utilizzate ai fini del miglioramento continuo delle funzionalità, dell’organizzazione dei contenuti, del supporto delle diverse piattaforme e browser.


Gestione dei cookie

In generale l'utente può comunque decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Di seguito si forniscono i riferimenti alle istruzioni per disabilitare i cookie nei browser più diffusi, rese disponibili dai relativi servizi di supporto:

L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Per disabilitare unicamente i cookie di Google Analytics è possibile procedere come da istruzioni fornite dal servizio di supporto Google:

Chiudi