Categorized as: Massaggi

Massaggio sportivo: dettagli

Il massaggio sportivo, è un tipo di trattamento che nasce dall’unione di più tecniche di massaggi estetici, questo per agire in modo complessivo su tutta la superficie del corpo adottando tecniche di manipolazione (impastamento) sia a livello muscolare che connettivo, tecniche avvolgenti e leggere, piccole percussioni e lifting muscolare, tutti questi elementi possono essere eseguiti in base alle necessità del ricevente, infatti il massaggio può essere completo o settoriale (collo/viso, schiena, torace, addome e gambe/piedi).

Il trattamento tonificante, si presta molto per gli sportivi che accumulano acido lattico, questo gli permetterà di riattivare la circolazione ridando vigore e togliendo il senso di pesantezza. Anche per le persone che hanno una vita troppo sedentaria, la stimolazione della circolazione aiuterà a risvegliare i muscoli assopiti ridando un tono muscolare più attivo e bello da vedere, in questo caso il massaggio sarà caratterizzato da tecniche di percussione. Assolutamente da non dimenticare sono gli effetti rigeneranti ed estetici per le donne che soffrono di ritenzione idrica, un buon trattamento permetterà ai liquidi in eccesso di essere rimessi in circolazione e quindi assorbiti più facilmente.

Il trattamento decontratturante, ha una funzione più settoriale, nel corpo spesso si accumulano tutte l’emozioni ed i traumi che vanno a concentrarsi in zone o punti precisi (fronte, muscoli mascellari, collo, trapezi, lombi e addome), l’intervento mirato permette di rilassare e rieducare la parte traumatizzata a rilasciarsi nei momenti di maggior stress. Coinvolgendo anche zone importanti come addome e lombi (reni) si evitano e si prevengono anche fastidiosi dolori alla zona viscerale che ricordiamoci sempre assimila tutto ciò che ci colpisce (gastriti, colite, ecc.).

Il trattamento rilassante, ha ottimi effetti di lifting e rivitalizzazione del tessuto connettivo (pelle), grazie all’impiego di creme ed oli specifici per una giusta idratazione del corpo e del viso. Un ottimo espediente per rilassarsi dopo una giornata faticosa o per ingannare i primi segni della vecchiaia. Il trattamento si presenta molto delicato ed avvolgente con tecniche prese dal massaggio Lomi Lomi.

Massaggi sportivi a Roma!

Da questa settimana l’operatore Marco Valerio Como offre nella nostra struttura di Roma l’opportunità di ricevere massaggi sportivi, rilassanti, decontratturanti.

Trattandosi di massaggio estetico, il massaggio sportivo è privo di protocolli, prevede l’uso di olii profumati o creme a base d’acqua (i prodotti usati sono anallergici).

I massaggi prevedono diverse applicazioni su tutto il corpo.

L’uso di prodotti idratanti aiuta anche a rigenerare la pelle (che ricordiamo è un organo e come tale va nutrito), specialmente nei periodi di grande freddo o stress ove i primi segni sono proprio dati dal tessuto connettivo, dando sensazioni di secchezza, screpolatura fino ad arrivare nei casi più gravi alla lacerazione.

I trattamenti dividono in 3 gruppi principali:

– Tonificante, ottimo per atleti o persone con una vita troppo sedentaria.

Particolari frizioni e percussioni risvegliano la catena cinetica muscolare.

– Rilassante, movimenti leggeri e avvolgenti vanno a lavorare sul tessuto connettivo, distendendo la pelle e la muscolatura.

Ottimi i trattamenti al viso per rilassare la muscolatura facciale fungendo anche da lifting.

– Decontratturante, mix dei primi 2 gruppi, permette, tramite manovre specifiche, non solo di distendere la muscolatura ma anche di ritrovare vigore. Indicato per atleti o persone soggette a stress.

Il massaggio completo dura circa 45 minuti.

Massaggio rilassante viso, 15 minuti.

Massaggio decontratturante schiena, 30 minuti.

Massaggio decontratturante e/o tonificante localizzato, circa 20 minuti.

Mettetevi in contatto con la segreteria! Tutte le attività sono riservate ai tesserati.

Lo Shiatsu e lo sport

Lo Shiatsu e lo sport

Lo Shiatsu Namikoshi (unico sistema riconosciuto dal Ministero della Sanità giapponese) è un sistema di digitopressione che interviene fondamentalmente sul sistema muscolare e nervoso, da qui la stimolazione di ogni tessuto ed organo dei principali sistemi quali cardiocircolatorio, respiratorio, nervoso e digerente.

Ogni pressione ha un’azione che va in una prima fase ad agire sui vari strati interessati (tessuto connettivo, muscolo, capillari, tendini/nervi ed ossa), in una seconda fase (in base alla zona) va ad agire per irradiamento o per riflesso, questo proprio grazie al sistema nervoso periferico.

Prendendo in esame uno sportivo che riporta un trauma ad un tendine della gamba, se il trauma è ancora recente e provoca continuo dolore, si potrà agire su tutti i nervi che partono dalla zona sacrale (cauda equina) in modo da fungere da antidolorifico, aumentando non solo lo stimolo di reazione dei nervi ma anche la circolazione e la respirazione dei tessuti tendinei che purtroppo sono sempre quelli con minor frequenza rigenerativa (da qui il problema dei tempi sempre più lunghi per recuperare un tendine offeso).

Questo dettaglio è molto importante poiché anche un semplice stiramento del tendine (ad es. del 10%) può causare diverse infiammazioni e problemi a tutto il sistema motorio, poiché il corpo stesso per non aggravare la parte offesa/dolorante, comincia a spostare il proprio peso condizionando inevitabilmente la postura, i famosi movimenti di compensazione. La causa di questa lenta ripresa è dovuta alla scarsa vascolarizzazione e quindi meno quantità di ossigenazione, al contrario di quanto accade nei muscoli.

Restando sull’esempio dei tendini (da non confondere con i legamenti), bisogna comprendere che essi sono una parte fondamentale che lega i muscoli non solo alle ossa, ma anche alle strutture d’inserzione (es. muscoli facciali). I tendini permettono di trasmettere la forza esercitata dai muscoli, i quali si adattano molto bene alle varie situazioni, mentre i primi hanno un processo molto più lento, come specificato precedentemente; non a caso una muscolatura eccessiva aumenta la possibilità di lacerazioni, strappi o infiammazioni (tendinite).

Lo shiatsu permette di aumentare il metabolismo cellulare andando ad agire o direttamente o per riflesso sul tendine interessato, velocizzando ed aiutando il processo di rigenerazione. Bisogna precisare che tale processo non si può attribuire alla totale guarigione della parte interessata. Il trattamento può lavorare in modo più intensivo sia sulla flessibilità/elasticità dinamica, attiva e/o passiva, questo in base anche alle necessità del ricevente.

In conclusione, per chi pratica sport a livello agonistico, sport da contatto o arti marziali e pertanto ha un’usura molto più frequente ed accelerata dei tessuti (connettivi, muscolari e fibrosi), lo shiatsu può facilitare la rigenerazione dei suddetti tessuti, sia per riprendersi da un trauma che per il mantenimento degli stessi, senza far degenerare le capacità rigenerative che con l’età e con traumi continui vanno sempre a diminuire.

E’ da precisare che questo non ha solo valenza per gli sportivi, in quanto ogni problema come obesità, vita sedentaria e stress sono sempre causa di continue lacerazioni dei tessuti, dovute o ad inattività fisica o ad un carico di peso eccessivo per la propria struttura. Ecco perché abbiamo chiesto all’operatore Marco Valerio Como di collaborare con noi per donare benefici ai nostri praticanti.

Questo sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione del sito o confermando tramite il tasto "Accetto" ne accetti l'utilizzo. Se vuoi saperne di più: Informazioni

INFORMATIVA SULL'USO DEI COOKIE

Questa informativa sull'utilizzo dei cookie è resa all'utente in attuazione del provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell'8 maggio 2014 "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie" e nel rispetto dell'art. 13 del Codice privacy (D.Lgs. n. 196/2003). Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per consentire la corretta navigazione e per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso con l’obiettivo del miglioramento continuo del servizio.. In questa pagina sono riportate informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati e su come gestirli.


Definizioni

I cookie sono brevi frammenti di testo (lettere e/o numeri) che permettono al server web di memorizzare sul client (il browser) informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone). Tecnologie similari, come, ad esempio, web beacon, GIF trasparenti e tutte le forme di storage locale introdotte con HTML5, sono utilizzabili per raccogliere informazioni sul comportamento dell'utente e sull'utilizzo dei servizi. Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".


Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie possiamo distinguere diverse categorie:


Durata dei cookie

I cookie utilizzati da questo sito terminano la propria validità al termine della sessione o dopo un tempo di inattività dell'utente fissato dal server.


Cookie tecnici di terze parti

Il sito si avvale del servizio Google Analytics che istanzia cookie tecnici di tipo analytics utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso. Tali informazioni sono utilizzate ai fini del miglioramento continuo delle funzionalità, dell’organizzazione dei contenuti, del supporto delle diverse piattaforme e browser.


Gestione dei cookie

In generale l'utente può comunque decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Di seguito si forniscono i riferimenti alle istruzioni per disabilitare i cookie nei browser più diffusi, rese disponibili dai relativi servizi di supporto:

L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Per disabilitare unicamente i cookie di Google Analytics è possibile procedere come da istruzioni fornite dal servizio di supporto Google:

Chiudi