Blog - S.S.D. Il Cerchio a r.l.

Respirare bene è respirare spontaneamente

La respirazione è uno dei cardini del Qi Gong, così come è uno dei cardini della Vita dell’essere umano.
Il respiro è un sistema ritmico, costante e perpetuo che si scopre sempre di più portando l’attenzione su di esso nella pratica e quindi nel quotidiano.
Dal respiro impariamo molto:
è una lezione continua della legge universale del ritmo, percepita nella pulsazione respiratoria fatta di inspirazione-pausa-espirazione-pausa;
è un esempio tangibile dello Yin e dello Yang uniti nel Tao, la legge degli opposti e complementari che ci “spiega” l’Unità alla base della Vita;
è un ottimo calmante emotivo e mentale, essendo un vero e proprio “regolatore” energetico che agisce sui vari aspetti dell’essere umano;
è un sistema di nutrimento basato sull’assimilazione di vari gas sciolti nell’atmosfera soprattutto l’ossigeno, nonché si assimila il Qi atmosferico;
è un sistema di eliminazione delle tossine e delle sostanze di scarto che vengono espulse con l’espirazione, dopo che il ciclo respiratorio e sanguigno ha completato il giro delle vie arteriose e venose del corpo;
è un modo per massaggiarci dall’interno, agendo sia su organi e visceri ( Zang e Fu in cinese), sia su muscoli, tendini, legamenti, membrane, ghiandole e tessuti che si trovano nel tronco del corpo umano;
è un buon sistema per scaldarsi le mani quando fa freddo oppure scaldare il letto mettendo la testa sotto le coperte, nonché possiamo modulare il respiro per far uscire l’aria fredda dalla bocca, sia per spegnere le candeline del compleanno sia soffiare quando serve ed è necessario farlo;
è così importante e fondamentale che l’assenza del respiro ci conduce alla morte:
è un modo di esprimersi, magari soffiando e sbruffando quando si prevede qualcosa di noioso.
Il Qi Gong esprime il respiro come brezza leggera, che può diventare caldo e freddo; in ogni tradizione il respiro è descritto come un soffio vitale modulabile e regolatore, come una manifestazione della Vita.
Pur esistendo varie e molteplici tecniche respiratorie, quella che è la respirazione portante è quella spontanea, che facciamo sempre ed è proprio lì che il respiro va sciolto, sbloccato, sentito e reso libero di pulsare e di agire. Nulla togliendo alle tecniche che hanno varie ed importanti funzioni e finalità.
Respirare bene è respirare spontaneamente ed il Qi Gong serve anche a ritrovare quella spontaneità del respiro, alterata da molti fattori quotidiani e della vita, riportandolo a quell’equilibrio dinamico che ci fa sentire semplicemente Bene.

Shifu Fabio Rossetti

Wing Chun all’ora di pranzo

Sono tantissime le richieste di praticare Wing Chun all’ora di pranzo, perché mai era stato possibile frequentare classi intorno alle 13, fino a che non siamo arrivati noi ad offrirne la possibilità. Siamo molto fieri di aver dato modo ai praticanti di Wing Chun di poter praticare alle 13:30, tutti i giorni, in modo da dare continuità agli allenamenti, oltre a dare l’opportunità a tutti di implementare la quantità di ore durante tutto l’arco della giornata.

Anni fa, prima dell’avvento della SSD IL CERCHIO ARL, praticare Wing Chun all’ora di pranzo era riservato solo a chi aveva la possibilità economica di pagare lezioni individuali, oltre ad aspettare l’ora libera dell’insegnante. Ad oggi, qui abbiamo un Team di Maestri, Insegnanti ed Assistenti che mette a disposizione le proprie capacità didattiche per far crescere gli studenti in qualsiasi fascia oraria del giorno, per 5/6 giorni alla settimana.

Durante l’ora di allenamento il praticante va a lavorare la fase “cardio” del sistema, portando il corpo ad uno stato non indifferente di fitness, oltre a preparare tutti gli studenti sulle posizioni ed i movimenti tecnici del sistema. Si studia come evitare di entrare in contatto con l’eventuale avversario e, dove dovesse essere inevitabile, come gestire la situazione nel modo più veloce possibile, evitando danni collaterali.

Chi pratica Wing Chun all’ora di pranzo? Solitamente potete incontrare professionisti che ritagliano la loro ora per staccare dalla routine giornaliera, studenti e studentesse universitarie che vogliono imparare a difendersi, così come praticanti che vogliono dedicare più ore alla loro formazione, aggiungendo un’ora alla loro pratica giornaliera. Il corso è diviso in 5 giorni, 3 per i neofiti e 5 per tutti gli altri. Abbiamo messo a disposizione una settimana di prova, per capire se può far per voi. Vi aspettiamo!

Corsi di Wing Chun di mattina

Una delle cose più belle del nostro Centro di Formazione è il fatto di mettere aver messo a disposizione Corsi di Wing Chun di mattina, TUTTI I GIORNI! Se sei un amante delle arti marziali e, nello specifico, di questo sistema di Kung Fu, non perdere questa occasione! Il privilegio di avere un’Accademia come questa, con quaranta ore di lezione a settimana, non sempre viene capito appieno.

Nella diffusione del sistema Wing Chun, specialmente a Roma, non c’è mai stata questa grande opportunità di avere Corsi di Wing Chun di mattina, TUTTI I GIORNI, ma quando il Maestro Riccardo Di Vito ha deciso di divulgare in modo sempre più capillare questo sistema di Kung Fu, ha fortemente voluto dare l’opportunità anche a chi poteva praticare solo al mattino, senza ricorrere per forza alle lezioni individuali.

All’interno delle lezioni, la caratteristica fondamentale dei Corsi di Wing Chun di mattina è quella di avere un ambiente molto sereno e rilassato, adatto davvero a tutte le fasce d’età. Chi frequenta al mattino è solitamente una persona che si viene a ricaricare prima di andare al lavoro o all’università, quindi si nota il clima particolarmente ricettivo di chi ha di fronte tutta la giornata, ancora.

Gli Assistenti Istruttori, gli Istruttori ed il Maestro che tengono i Corsi di Wing Chun di mattina portano i praticanti a risvegliare la muscolatura in modo graduale, propedeutico allo sviluppo delle qualità richieste da chi si allena per arrivare ai propri obiettivi marziali e non. Nel corso della lezione, il praticante viene accompagnato passo passo, dallo studio delle posizioni fisse al lavoro di gambe, dalla difesa personale al “Chi Sao” (l’esercizio più noto del Wing Chun, dedicato alla propriocezione).

Per questo motivo è davvero molto piacevole assistere e, ancora meglio, praticare all’interno dei Corsi di Wing Chun di mattina, che si concludono spesso con un’ottimo spuntino, un buon caffè o semplicemente una chiacchierata rilassante tra spogliatoi e segreteria. La nostra comunità è davvero molto accogliente e ricettiva, ti abbraccia e ti permette di capire il senso di appartenenza ad una famiglia tradizionale di Kung Fu. Non resta che provare a praticare, per sentire su di sé gli effetti benefici!

Discipline Sportive Ammissibili

A seguito della Delibera CONI 1566/2016, che ha tolto dalle discipline sportive ammissibili per Associazioni e Società Sportive Non Profit centinaia di pratiche tra cui lo Yoga ed il Pilates, abbiamo deciso di non ospitare più corsi di questo tipo. Nella nostra struttura troverete, quindi, l’eccellenza del Wing Chun, dell’Aikido, del Kung Fu, della Lotta, del Qi Gong, della Ginnastica per tutti e del Taijiquan. Abbiamo già provveduto a togliere le discipline e le classi di insegnamento di Yoga e di Pilates dai nostri orari.

Per approfondimenti potete leggere qui e qui.

Per la SSD IL CERCHIO ARL,
Riccardo Di Vito
Amministratore Unico

Funzione energetica delle tecniche Qi Qong insegnate

La funzione energetica delle Tecniche di Qi Qong riguarda sempre ogni “piano energetico”, riguardando l’essere umano nella sua interezza.

L’aspetto che si manifesta a livello fisico non lo trattiamo in queste righe, essendo già di per sé ben visibile e percettibile tramite la pratica, migliorando tutta la sfera fisica che riguarda la parte più materica del corpo; si sviluppa e si manifesta il  “Li”, spiegato come il “potere del corpo” che si esprime in forza, velocità, resistenza, elasticità, coordinazione e tutte le altre componenti qualitative fisiche comprensive dell’uso dei sensi fisici, nonché il miglioramento dei processi bio-chimico-fisico-elettromagnetici del corpo e la funzionalità di organi interni, ghiandole e dei vari sistemi ed apparati funzionali.

In questa sede si esprime la funzione energetica sottile delle tecniche Qi Qong insegnate dal Gruppo Tiao Hunyuan Sanbao, inerente al livello del Qi, che a livello fisico è ciò che in occidente è chiamato “ eterico” ed in India “prana”: questa energia permea tutti i piani di esistenza e per quanto ci riguarda viene “emanata” con la forma dell’energia solare come energia più influente per quanto ci riguarda; è chiamata anche con altri nomi e corrisponde alla materia sottile degli Elementi secondo la Tradizione “occidentale” mentre i “movimenti cinesi” , Wu Xing, invece sono i modi in cui questa Energia ( il Qi) opera in modo ritmico seppur mutevole, mantenendo una coerenza unitaria di base che si esprime dinamicamente e che viene espressa graficamente, nell’energetica cinese,  con una stella a cinque punte all’interno di un cerchio.

 Il “Qi” scorre nei Meridiani, che sono il nome dei flussi di energia eterica del corpo di cui si occupa la Tradizione Cinese.

Il livello del Qi riguarda lo sviluppo e la manifestazione del “Qi”, spiegato  come “ potere dell’energia” che si esprime con capacità di fare terapie energetiche senza contatto, di percepire e sentire ciò che non è materico in modo chiaro e preciso, di disporre di vitalità e capacità di ricarica e guarigione potenziate, amplifica e migliora il “Li”, agendo sia  per corrispondenza diretta col corpo fisico sia perché gli è direttamente collegato.

Gli effetti riguardano direttamente anche il piano emotivo e quello mentale, che verranno trattati in apposito documento esplicativo di sintesi. Così come gli aspetti legati alla sfera della spiritualità.

 

Di seguito l’elenco delle tecniche insegnate

con l’illustrazione sintetica della funzionalità secondo la Tradizione Energetica Cinese.

 

  • Posizione Zhan Zhuang: serve come posizione base, attiva la Piccola Rivoluzione Celeste, favorisce la presenza a se stessi, ricarica il Qi. Già di per sé è una tecnica, ed è l’equivalente in piedi della posizione del faraone e del fiore di loto. Nota: la Piccola Rivoluzione Celeste è il flusso continuo di Qi nei Meridiani Du Mai e Ren Mai, con i punti di contatto nella bocca e nel perineo. La Grande Rivoluzione Celeste si ha aggiungendo i movimenti, che fanno circolare il Qi in tutti i meridiani in maniera più dinamica.

 

  • Huodong Guanjiee: serve per scaldare le articolazioni e quindi il corpo, favorendo la circolarità e la fluidità del Qi, con movimenti accordati al respiro, al rilassamento e alla concentrazione. Scarica e rilassa mentre ricarica e tonifica.

 

  • Baduanjiing: serve per tonificare il Qi e favorirne la libera circolazione insieme a quella del Sangue (XUE) e dei liquidi ( JInye), per  “stirare, aprire e purificare” i Meridiani Energetici, in particolare i Meridiani Principali. 

 

  • Pengqiguandingfa: serve per assorbire ed interagire con la Hunyuanqi in particolare al livello dei Meridiani Straordinari, per mantenersi e guarire. Si toccano e si premono una serie di punti energetici, con movimenti di assorbimento e circolarità.

 

  • Lingzhi Shu: serve per potenziare  il corpo come vigore fisico ed il Qi come densità e quantità energetica, in particolare i Meridiani Principali  e Straordinari, richiamando la Hunyuanqi e stimolando la forza Ling del corpo,con movimenti lenti/veloci e circolari, che muovono il Qi lungo il corpo e concentrano il Qi al livello del Dan Tien Inferiore. La parte finale è una tecnica di meditazione e di ricarica energetica che fa entrare in contatto con la terra.

 

  • Xing Shen Zhuang: serve per potenziare il corpo come vigore fisico ed il Qi come densità e quantità, in particolare dei Meridiani Tendino-Muscolari e Straordinari integrando lo Shen nel corpo fisico avendo una valenza anche di Guarigione e di Meditazione. E’ una forma che appartiene al principio del “ trasformare i tendini e lavare il midollo” preparatoria e funzionale al Guan Shen, che indica “il manifestare la luce dello Shen a livello fisico”. Viene nominata come “costruire le fondamenta”, per un lavoro iniziatico, lavorando sulla colonna vertebrale ove sono importanti e fondamentali centri energetici.

 

  • Liuzi Jue : serve per riequilibrare gli Organi interni ( Zang) e i Visceri ( Fu) corrispondenti, agendo come prevenzione, cura e rafforzamento; si usano movimenti con  suoni vibrati a livello mentale, uniti alla respirazione, generando un effetto di purificazione e ricarica armonizzante chiamato “effetto spugna”.  La versione originaria riguardava il visualizzare sei ideogrammi riferiti agli organi e quindi alle logge energetiche corrispondenti, infatti era chiamata la “tecnica dei sei ideogrammi segreti” e poi successivamente venne nominata la “tecnica dei sei suoni”.

 

  • Laqi: serve per prendere contatto e coscienza col Qi, creando al tempo stesso dei campi energetici, in modo tale da ricaricarsi;

 

  • Chen Qi : serve per assorbire, tonificare e far circolare il Qi nel corpo; rinvigorisce il corpo e lo rende più forte; riguarda in particolare l’area di influenza del Dan Tien Medio ;

 

  • Chen Bi: stesse funzioni del Chen Qi, con la differenza che la posizione è a croce e non ci si muove, nonché tonifica e disperde il Qi nella chiave di Equilibrio tramite una posizione stabile ma fluida internamente, creando una stabilità energetica.

 

  • Dungqianfa: serve per equilibrare il Qi all’interno dell’organismo, regola e favorisce il flusso della Piccola Rivoluzione Celeste, cioè il flusso di Qi che scorre nei Meridiani Straordinari Ren Mai e Du Mai, con effetti di mantenimento, potenziamento, curativi e di guarigione.

 

  • Auto massaggio e massaggio: movimenti che servono per sciogliere e potenziare il Qi, per disperdere e tonificare, per entrare in contatto con Noi stessi in modo attivo; mantiene, cura e guarisce.

 

  • Zhou sha : tecnica di massaggio preventiva con asciugamano caldo, oppure con utensili idonei per frizionare la pelle e sviluppare calore. Stessi effetti del massaggio.

 

  • Gua sha : tecnica curativa che si abbina alla medicina topica, e si usano monete di rame, pettini, corni di bufalo nonché lubrificanti come acqua e/o grappa per eseguire il massaggio. Stessi effetti del massaggio.

 

  • Meditazione delle sfere: serve per lavorare sui Dan Tien e per creare campi energetici che ricaricano ed armonizzano equilibrando il Qi; potenzia il Qi e lo raffina, agendo su tutti i Meridiani Energetici.

 

Shifu Fabio Rossetti

Seminario “Dalle radici allo spazio del cielo”

19 NOVEMBRE 2016 – ORE 16.30

Eccoci al primo dei nostri seminari!

Iniziamo il nostro percorso Dalle radici allo spazio del cielo, un percorso attraverso lo Yoga, il movimento creativo e l’arte espressiva. Iniziamo dalle nostre radici, i piedi, che ci connettono con il suolo e con l’energia della madre terra.

Ti sei mai sentito sfiduciato e poco sostenuto dalla vita?

Lavorare su questa sensazione è possibile e ci da un’occasione di grande evoluzione. A livello psicofisico il lavoro sui piedi e su ciò che rappresentano è la base dell’evoluzione materiale e spirituale della persona, la base del suo sentirsi sicura di andare nel mondo, con la capacità di prendere energia dalla terra e scaricare le tensioni psicofisiche.

Quando, a livello fisico ed emotivo, il nostro radicamento è buono abbiamo una salda base per gestire le nostre emozioni e la nostra crescita in modo sereno ed equilibrato, senza il bisogno di dover nutrire l’ego per crearci un’apparente ed ostentata sicurezza.

Prenota il tuo posto!
Namasté

Calendario Incontri
19 novembre: i piedi, le nostre radici
17 dicembre: la base – I e II Chakra
4 febbraio: il centro – III Chakra
25 febbraio: l apertura – IV Chakra
18 marzo: creo e mi esprimo – V Chakra
8 aprile: cosa vedo – VI Chakra

Conducono
Luana Dora Bruno, insegnante di Yoga diplomata alla Federazione Italiana, diplomanda in counseling danzamovimento artistico espressivo
Martina Buratti, insegnante di Yoga diplomata alla scuola Samadhi di Firenze e counselor umanistica in formazione

Quota di partecipazione: 30€
Posti disponibili: 12

Evento su FB: https://www.facebook.com/events/1797321443857153/

Stage Qi Gong – 26 novembre 2016

La SSD IL CERCHIO è lieta ed onorata di ospitare lo stage generale delle Scuole di Qi Gong del Gruppo Tiao Hunyuan Sanbao di Shifu Fabio Rossetti, il 26 novembre 2016, dalle 10:00 alle 13:00. Per partecipare al seminario, come sempre, è necessario essere tesserati alla nostra società sportiva. Per maggiori informazioni, vi preghiamo di chiamare lo 0664763685 o scriverci a info@ssdilcerchio.it. Abbiamo solo 6 posti disponibili.

HKB Woman Empowerment: Crescita Personale

Un buon corso di difesa personale può dare moltissimo, come qualsiasi altro dedicato alle arti marziali. A seconda delle fasi in cui si trova il Praticante, l’approccio cambia, passando molto spesso dalla mera necessità di difendersi alla crescita personale.

La Arti Marziali, e la difesa personale in primis, sono attività che permettono di crescere come persona. All’inizio ci sta che si abbia il solo obiettivo di sapersi difendere, ma nel corso del tempo la necessità si trasforma in passione e da lì partono delle profonde riflessioni.

Se c’è una sana motivazione le difficoltà del percorso possono essere superate. Spesso la paura da sola non permette di crescere, ma può bloccarti.  Alcune persone vogliono solo dimostrare a se stesse di potersi difendere. Tuttavia se la motivazione non diventa più profonda e non si trasforma in passione, si smette presto.

Una pratica seria e costante migliora notevolmente non solo l’aspetto fisico e la salute, ma aumenta l’autostima e la capacità psicologica. Ecco che nel momento in cui si acquisisce questa abilità introspettiva si inizia a lavorare su se stessi e sull’EMPOWERMENT, il potenziamento.

Il corso di HKB WOMAN EMPOWERMENT, quindi, non è solo un insieme di tecniche e movimenti di Difesa Personale, ma, più precisamente, un percorso introspettivo che vi porterà a saper affrontare la vita con un occhio diverso. Il Maestro Riccardo Di Vito vi aspetta!

Questo sito utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione del sito o confermando tramite il tasto "Accetto" ne accetti l'utilizzo. Se vuoi saperne di più: Informazioni

INFORMATIVA SULL'USO DEI COOKIE

Questa informativa sull'utilizzo dei cookie è resa all'utente in attuazione del provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali dell'8 maggio 2014 "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie" e nel rispetto dell'art. 13 del Codice privacy (D.Lgs. n. 196/2003). Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti, per consentire la corretta navigazione e per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso con l’obiettivo del miglioramento continuo del servizio.. In questa pagina sono riportate informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati e su come gestirli.


Definizioni

I cookie sono brevi frammenti di testo (lettere e/o numeri) che permettono al server web di memorizzare sul client (il browser) informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell'utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone). Tecnologie similari, come, ad esempio, web beacon, GIF trasparenti e tutte le forme di storage locale introdotte con HTML5, sono utilizzabili per raccogliere informazioni sul comportamento dell'utente e sull'utilizzo dei servizi. Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine "cookie".


Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie possiamo distinguere diverse categorie:


Durata dei cookie

I cookie utilizzati da questo sito terminano la propria validità al termine della sessione o dopo un tempo di inattività dell'utente fissato dal server.


Cookie tecnici di terze parti

Il sito si avvale del servizio Google Analytics che istanzia cookie tecnici di tipo analytics utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso. Tali informazioni sono utilizzate ai fini del miglioramento continuo delle funzionalità, dell’organizzazione dei contenuti, del supporto delle diverse piattaforme e browser.


Gestione dei cookie

In generale l'utente può comunque decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser. Di seguito si forniscono i riferimenti alle istruzioni per disabilitare i cookie nei browser più diffusi, rese disponibili dai relativi servizi di supporto:

L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Per disabilitare unicamente i cookie di Google Analytics è possibile procedere come da istruzioni fornite dal servizio di supporto Google:

Chiudi